CASTELLO DI CORNACUNO

CASTELLO DI CORNACUNO

Castello di Cornacuno
Valfornace (Fiordimonte)
Il castello di Cornacuno fu restaurato dai da Varano nel 1378-1380 e fu ribattezzato Fiordimonte. In un documento del 1218 si parla della chiesa di San Nicola di Cornocuno oggi scomparsa. L’attuale chiesa di sant’Antonio abate in Castello. Alla fine del ‘300 ci fa risalire il dipinto più antico all’interno del campanile è un affresco rovinatissimo, un sant’Antonio abate dalla lunga barba, l’abito da monaco,bastone e libro nelle mani. A dipingerlo fu Cola di Pietro da Camerino. L’altro pittore convocato dai Fiordimontesi e dal parroco nel 1456 si chiamava Giovanni Angelo d’Antonio viveva e lavorava a Camerino ma era nato a Bolognola e proprio negli stessi anni di Fiordimonte dipinse la sua opera più bella e più famosa la tavola con l’Annunciazione oggi esposta con molte altre sue opere, al museo civico di Camerino. Sulla parete di fondo della nostra chiesa il maestro dispose ai lati del Crocifisso, tra due colonne, sei santi: Maria, e Joannis e poi Ansovinus, Elena la mdre dell’imperatore Costantino, San Bartolomeo e San Nicola di Mira.(1)

(1) Mazzalupi Matteo Sant’Antoni abate in Castello in La Pieve anno XXXI n.3.