LABORATORI DELL’ “HOSPITALE DEL TERZO PARADISO”

“Laboratori d’arte”

L’Associazione Libero Spirito in qualità di coordinatrice della costituzione della Rete Ecomuseale dei Monti Sibillini, ha intrapreso rapporti di collaborazione con la Fondazione Michelangelo Pistoletto – il Terzo Paradiso, che sostiene  con i suoi ambasciatori le diverse iniziative che l’associazione Libero Spirito propone. Gli ambasciatori del terzo paradiso si adopereranno con l’associazione Libero Spirito per la realizzazione dei seguenti laboratori d’arte ispirati alla tradizione all’artigianato e all’arte locale.

Titolo: “I colori e gli affreschi”

Il laboratorio prevede la realizzazione di opere con la tecnica dell’affresco, dalla realizzazione dei colori fino al compimento del dipinto. Il corso prevede la realizzazione dei colori estrapolati dalle piante, bacche e presenti sul territorio tramite antichi procedimenti che la tradizione popolare e alchimica ci ha tramandato. La seconda parte riguarderà la conoscenza della tecnica pittorica e la realizzazione di un affresco.

PROGRAMMA

  • Introduzione alla tecnica pittorica dell’affresco
  • Conoscenza delle diverse piante, bacche e terre per la realizzazione dei colori
  • Prova pratica con la realizzazione dell’affresco

Titolo: “Il suono delle cose”

L’uomo nel corso dei secoli ha creato strumenti per riprodurre suoni a scopo ludico e rituale, antiche tradizioni ci hanno tramandato molti di questi oggetti semplici che diventavano all’occorrenza veri e proprio strumenti musicali, come ad esempio il corno di terracotta, il rombo, il sonaglio di zucca ecc.

Il corso oltre a spiegare la tradizione legata a questi strumenti darà al turista la possibilità di realizzare in proprio questo manufatto.

PROGRAMMA

  • Storia degli strumenti musicali primitivi
  • Conoscenza dei materiali per la loro realizzazione
  • Realizzazione degli strumenti
  • Acquisizione delle tecniche musicali

Titolo:“Simboli di stoffa”

I tessuti sono da sempre depositari di simboli e di tradizione. Il corredo era fondamentale per la costituzione della nuova famiglia. Ogni tessuto ogni panno del corredo era ricco di simboli propiziatori e apotropaici ad esempio la “farfalla”, che venivano riprodotti dalle sapienti mani delle ricamatrici. Il corso verterà sul riconoscimento del simbolismo all’interno delle stoffe con l’analisi del manufatto fino ad arrivare a fornire tutte le istruzioni per riprodurre il simbolo col ricamo.

PROGRAMMA

  • Studio dei simboli e la loro funzione apotropaica e propiziatoria presti sui tessuti storici
  • Studio delle diverse tipologie di ricamo
  • Prova pratica della realizzazione di un simbolo ricamato

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 2.5 Italia.